PSR PIU' VICINI GRAZIE AGLI AGRIFIDI - ARRIVA LA PRIMA APP DEI CONFIDI

PSR PIU' VICINI GRAZIE AGLI AGRIFIDI - ARRIVA LA PRIMA APP DEI CONFIDI

DOSSIER CREDITO - TERRA E VITA 

La realtà solida e patrimonializzata dell’Emilia-Romagna di Alberto Rodeghiero Psr più vicini grazie agli Agrifidi I l Psr della Regione Emilia-Romagna sta per partire e come sempre non basteranno le buone intenzioni e le buone idee per realizzare gli investimenti, ma saranno necessarie le risorse per realizzarli. Infatti viene sempre evidenziato che sarà possibile beneficiare di un notevole contributo in conto capitale, pari al 40% dell’investimento, e se l’azienda interessata sarà gestita da un giovane o in zona svantaggiata del 50%, ma credo sia opportuno fare una riflessione più approfondita su questo tema per evitare di trovarsi in difficoltà. Dal momento in cui verrà presentato un progetto legato al Psr, e nel caso questo andasse a buon fine, prima di ottenere il contributo in C/capitale previsto passeranno mediamente dai 18 ai 36 mesi in base alla complessità del progetto in quanto il contributo potrà essere liquidato solo dopo che gli investimenti saranno realizzati, pagati e dopo la presentazione delle fatture quietanziate agli organi di controllo per le verifiche di conformità. Quindi, come nel passato, è prevedibile che molte aziende agricole dovranno ricorrere al credito bancario e gli Agrifidi avranno un ruolo fondamentale per la realizzazione dei Psr. Rispetto alla passata programmazione va comunque segnalato un problema che potrebbe, nel medio periodo, avere ripercussioni sulla possibilità di ottenere finanziamenti garantiti dai confidi, se questi non avranno fondi rischi di natura privata adeguati. Il problema sorge dal fatto che essendo stato previsto che il contributo in C/capitale corrisponda al tetto massimo previsto dal Reg. Ue in materia di aiuti di Stato, nessun confidi potrà rilasciare garanzie facendo riferimento a fondi rischi costituiti con soldi pubblici, per cui anche se in possesso degli stessi, non potranno utilizzarli per rilasciare garanzie su investimenti inseriti nei Psr, infatti l’aiuto ottenuto sotto forma di garanzia farebbe splafonare i tetti previsti come massimali dai regolamenti comunitari. In attesa di poter risolvere tale problematica gli Agrifidi dell’Emilia-Romagna potranno comunque affiancare le imprese nell’accesso al credito, in virtù di fondi rischi di natura privata costituiti nel tempo; ma non essendo questi illimitati è auspicabile che non appena sarà possibile si provveda a risolvere la cosa. In caso contrario solo le aziende più strutturate e patrimonialmente solide potranno ottenere autonomamente i finanziamenti dalle Banche, o potranno autofinanziarsi in attesa del contributo in C/capitale, ma sicuramente non è la situazione in cui si trovano in particolare le imprese gestite da giovani. Le Banche, in questi anni di crisi hanno visto aumentare notevolmente le sofferenze, ovvero la percentuale di finanziamenti che non rispettano le scadenze previste, per cui hanno alzato l’attenzione nell’erogare finanziamenti, e spesso solo grazie alle garanzie di confidi solidi come gli Agrifidi sono stati disponibili ad erogare i finanziamenti richiesti dalle imprese agricole. Inoltre, sempre nell’ottica di affiancare le imprese, i tre Agrifidi dell’EmiliaRomagna stanno dialogando da qualche mese con altri 10 confidi operanti prevalentemente in tutti gli altri settori produttivi; dopo aver costituito un coordinamento tra gli stessi sta ora maturando la volontà di costituire una rete di confidi, finalizzata a istituire forme di collaborazione tra gli stessi per cercare di dare sempre più risposte alle imprese di qualunque settore produttivo, pur mantenendo ognuno la propria specializzazione settoriale.

ARRIVA LA 1° APP DEI CONFIDI Non sempre il mondo agricolo arriva secondo. Agrifidi Uno E.R, il maggior confidi agricolo attivo in Emilia-Romagna arriva “uno” anche nella comunicazione digitale agli agricoltori e non solo. È possibile infatti scaricare gratuitamente sul proprio telefono la nuova App di Agrifidi Uno, sia per il sistema apple che android, accedendo agli store delle applicazioni dei due sistemi operativi e digitare: “agrifidi” o “confidi” o accedere al sito www. agrifidi.it. La app fornisce informazioni e aggiornamenti sulle varie opportunità per accedere a finanziamenti bancari per le necessità aziendali e della famiglia degli agricoltori, il tutto senza disporre di un computer. Si tratta della prima app nel suo genere pubblicata in Italia da un confidi.

Alberto Rodeghiero